Tag Archives: Festività

Non era un anno facile…

…e il dolore e lutto per le inutile perdite in tante famiglie, si fa sentire ancora più forte in questo periodo natalizio. In questa momento, madri e padri saranno più che mai addolorati per i loro figli e ai bambini mancherà ancora di più l’assenza dei loro genitori. Con nostro cuore in mano, ci sentiamo vicino a tutte queste madri, padri, figli, nonne, nonni, fratelli, zie, zii e amici. Vi auguriamo a tutte le persone colpite, che il potere della speranza sia molto più forte del dolore che vuole farvi sprofandare.
Come ogni anno, auguro a tutti i nostri partner, donatori, amici e sostenitori, salute, amore e felicità. Speriamo che l’anno 2019 sia ricco di pace, perché viviamo in un mondo ferito e solo la speranza ci puó guarire e guidare.
(Priska Buchmann Scherer)

 

GRAZIE mille…

per le congratulazioni da vicino e lontano, per il mio compleanno. Sono felice che così tante persone abbiano passato un momento con me in un modo o nell’altro, .
Ho davvero molto apprezzato la festa con i miei bambini e le Madrinas. Un abbraccio forte a tutte le Madrinas, che anno dopo anno fanno tantissimo, come molti disegni amorevoli con i nostri bambini, come anche studiare lavoretti artigianali e balli felici e divertenti. Con i disegni che ho adesso, ho senza dubbio un problema e sono come una matta alla ricerca di pareti, .
Grazie alle nostre madrine la mia stanza sta gradualmente perdendo la sua atmosfera di modestia. malincuore mi sono separata dal mio comodino (una scatola di cartone ricoperta di stoffa), poiché è stata sostituita da un vero comodino. Il muro è ora decorato con uno specchio, da quale, ogni mattina una donna sorridente, giovane e carina mi sorride, e mi fa la linguaccia, .

Specchio, servo delle mie brame…

Qui vi lasciamo alcune impressioni su questo bellissimo artigianato, che i nostri bambini hanno realizzato durante la Settimana Santa.
Vi auguriamo tutto il meglio !BUON PASQUA!

Con risate indimenticabili…

…abbiamo salutato le lunghe ferie annuali. Con il circo sociale «Circlosión de Carcajadas» di Madrid, abbiamo passato ore talmente felice, dal tanto ridere ci sono arrivati le lacrime ed a qualcuno veniva addirittura il dolore alle costole. Questo meraviglioso team di, parate di risate, ha deciso di viaggiare per il mondo e deliziare le persone svantaggiate provocando una risata dopo l’altra. Non ho mai, come in questa occasione, sentito perdersi cosi completamente in risate sia i nostri bambini – come anche le nostre Madrinas. Sicuramente per i nostri bambini, questa è stata un’esperienza indimenticabile, che nella storia della loro infanzia rimarrà un evento molto speciale. Inoltre, sono rimasta molto sorpresa dal fatto che ai nostri bambini non è mancato nemmeno la Piñata (rompere un pupazzo, pieno di caramelle appeso ad una corda e colpirlo ad occhi bendati)  obbligatoria che di solito si fa dopo una festività in Nicaragua. Questo è un grande segno di successo, il «Circus Carcajadas team» merita un premio speciale. Sono sicuro che questo evento sarà un argomento di conversazione permanente nelle conversazioni dei nostri bambini nelle prossime settimane.
Ma queste non erano tutte sorprese del giorno. I nostri bambini Sabaneta sono venuti al Tamarindo a piedi quando improvvisamente una donna ha fermato la sua auto per chiedere chi erano e dove stavano andando. Poche ore dopo, bussò alla nostra porta, caricata con 3 sacchi di scarpe nuove per bambini. Si scopre che il suo nome è Jessnia e possiede una fabbrica di scarpe qui a Granada. Mi disse: «Quando gli ho visto camminare, ho pensato che fossero bambini di famiglie povere, quindi mi sono fermata».
Sono completamente sopraffatto! Un semplice GRAZIE mi sembra troppo poco, ma non mi rimane altro da fare. In questo senso, io mando il team di «Circlosión de Carcajadas» e Jessnia un gigantesco abbraccio e un bacio grande per questa giornata indimenticabile.
(Priska Buchmann Scherer)


BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO!

Il tempo è volato via, dopo aver trascorso un sacco di tempo nel periodo che precede il Natale facendo bricolage e piccoli viaggi con i nostri bambini. L’ultimo giorno prima della grande vacanza annuale, per un’altra volta ci siamo goduti al massimo i nostri piccoli grandi amori, suonando, cantando e ballando con loro. Certo che non poteva mancare la leggendaria cena di Natale; pollo al forno con riso, insalata, limonata e torta. Alcuni bambini mangiavano così tanto che pensavamo che sarebbero esplosi nel vero senso della parola. Così l’uno o l’altro dei bambini ha conosciuto il limite del suo stomaco guardando il dessert con occhi di nostalgia di chi vorrebbe mangiare ancora, ma semplicemente non ci sta più. Quest’anno abbiamo salutato i nostri bambini con l’albero di Natale fatto da loro, che illuminerà il loro periodo natalizio. La maggior parte dei nostri piccoli protetti  ci ha lasciato con un occhio che ride e uno che piange; da un lato felice per il tempo trascorso con noi, dall’altro triste per le 2 settimane di vacanza, che trascorreranno senza di noi.
Ci ritiriamo come ogni anno per dedicarci alla grande pulizia delle nostre due case, per poi concederci il piacere di trascorrere due settimane di vacanza. L’otto di gennaio 2018, con batterie cariche ci dedicheremo di nuovo con corpo e anima ai nostri cari.
Vi auguriamo di cuore di passare il Natale con quelle persone per voi speciale. Grazie mille a tutti coloro che ci hanno supportato in un modo o nell’altro in modo da poter offrire ai nostri figli una seconda casa.
Con alcune ultime impressioni pre-natalizie vi auguriamo
BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO!
(Ingrid Maltez Mejía, Priska Buchmann Scherer e Squadra)