Categorías News ITALIANO

Ay Nicaragua, Nicaragüita

Abbiamo passato una meravigliosa giornata con i nostri bambini, però adesso l’eco delle loro filastrocche svanisce lentamente e si mescola al rumore delle esplosioni e al ronzio degli elicotteri, che girano nel cielo notturno, dove non una singola stella luccica. Mentre gli umani si combattono a vicenda, con ogni colpo distruggono un po’ di più il sogno che ho sognato un futuro armonioso per per i nostri bambini in questa bellissima paese.

Soffriamo della febbre degli scacchi

Dopo anni di entusiasmo per i giochi dell’ONU e del Lotto, la febbre degli scacchi è scoppiata tra i nostri figli, 😉

Specchio, servo delle mie brame…

Qui vi lasciamo alcune impressioni su questo bellissimo artigianato, che i nostri bambini hanno realizzato durante la Settimana Santa.
Vi auguriamo tutto il meglio !BUON PASQUA!

Il mio lavoro…

…nel paradiso dei bambini Los GUSANITOS è iniziato 2 anni e mezzo fa, quando ho cominciato come volontaria, cosa che mi è piaciuta molto. Successivamente ho ottenuto un contratto di lavoro e ho assunto la responsabilità di un gruppo di bambini. Allo stesso tempo ho iniziato il mio studio (nel fine settimana) come insegnante di matematica. Questa è stata la migliore esperienza e una grande opportunità nella mia vita. Da allora, ho imparato molto e sono molto grato a Priska per avermi aperto le porte per questo paradiso, ma soprattutto di aver creduto in me.
Negli ultimi anni, gradualmente ho imparato da ciascuno dei nostri 40 bambini le loro esigenze personali, punti di forza, debolezze e loro caratteri di ognuno diverso. Sento che il mio lavoro non è solo un dare, ma anche prendere, a causa del comportamento dei nostri figli, perché attraverso il comportamento dei nostri figli – a volte in modo molto diretto e specifico – i nostri bambini mi hanno aiutato a diventare una persona più matura.
Molto presto mi sono resa conto che i nostri bambini hanno soprattutto bisogno di devozione, amore e attenzione. Per me, dedicarmi nei momenti difficili, al cento per cento a loro è la cosa più naturale al mondo.
Alcuni mesi fa, Priska mi ha dato un’altra opportunità, delegandomi al gruppo che aiuta i nostri bimbi a fare i compiti e dando loro lezioni supplementari. Dedicandomi all’educazione dei nostri bambini, acquisisco anche molta esperienza per i miei studi come insegnante di matematica. Mi piace molto il mio nuovo lavoro e sono grato per questa opportunità. Priska non fa solo un ottimo lavoro con tutti i nostri bimbi, ma anche con noi dipendenti. Senza il lavoro presso Los Gusanitos e il supporto per i miei studi, la realizzazione del mio sogno professionale sarebbe impossibile.
(Ana Gisell López Martínez)

Con risate indimenticabili…

…abbiamo salutato le lunghe ferie annuali. Con il circo sociale “Circlosión de Carcajadas” di Madrid, abbiamo passato ore talmente felice, dal tanto ridere ci sono arrivati le lacrime ed a qualcuno veniva addirittura il dolore alle costole. Questo meraviglioso team di, parate di risate, ha deciso di viaggiare per il mondo e deliziare le persone svantaggiate provocando una risata dopo l’altra. Non ho mai, come in questa occasione, sentito perdersi cosi completamente in risate sia i nostri bambini – come anche le nostre Madrinas. Sicuramente per i nostri bambini, questa è stata un’esperienza indimenticabile, che nella storia della loro infanzia rimarrà un evento molto speciale. Inoltre, sono rimasta molto sorpresa dal fatto che ai nostri bambini non è mancato nemmeno la Piñata (rompere un pupazzo, pieno di caramelle appeso ad una corda e colpirlo ad occhi bendati)  obbligatoria che di solito si fa dopo una festività in Nicaragua. Questo è un grande segno di successo, il “Circus Carcajadas team” merita un premio speciale. Sono sicuro che questo evento sarà un argomento di conversazione permanente nelle conversazioni dei nostri bambini nelle prossime settimane.
Ma queste non erano tutte sorprese del giorno. I nostri bambini Sabaneta sono venuti al Tamarindo a piedi quando improvvisamente una donna ha fermato la sua auto per chiedere chi erano e dove stavano andando. Poche ore dopo, bussò alla nostra porta, caricata con 3 sacchi di scarpe nuove per bambini. Si scopre che il suo nome è Jessnia e possiede una fabbrica di scarpe qui a Granada. Mi disse: “Quando gli ho visto camminare, ho pensato che fossero bambini di famiglie povere, quindi mi sono fermata”.
Sono completamente sopraffatto! Un semplice GRAZIE mi sembra troppo poco, ma non mi rimane altro da fare. In questo senso, io mando il team di “Circlosión de Carcajadas” e Jessnia un gigantesco abbraccio e un bacio grande per questa giornata indimenticabile.
(Priska Buchmann Scherer)