Categorías News ITALIANO

Con risate indimenticabili…

…abbiamo salutato le lunghe ferie annuali. Con il circo sociale “Circlosión de Carcajadas” di Madrid, abbiamo passato ore talmente felice, dal tanto ridere ci sono arrivati le lacrime ed a qualcuno veniva addirittura il dolore alle costole. Questo meraviglioso team di, parate di risate, ha deciso di viaggiare per il mondo e deliziare le persone svantaggiate provocando una risata dopo l’altra. Non ho mai, come in questa occasione, sentito perdersi cosi completamente in risate sia i nostri bambini – come anche le nostre Madrinas. Sicuramente per i nostri bambini, questa è stata un’esperienza indimenticabile, che nella storia della loro infanzia rimarrà un evento molto speciale. Inoltre, sono rimasta molto sorpresa dal fatto che ai nostri bambini non è mancato nemmeno la Piñata (rompere un pupazzo, pieno di caramelle appeso ad una corda e colpirlo ad occhi bendati)  obbligatoria che di solito si fa dopo una festività in Nicaragua. Questo è un grande segno di successo, il “Circus Carcajadas team” merita un premio speciale. Sono sicuro che questo evento sarà un argomento di conversazione permanente nelle conversazioni dei nostri bambini nelle prossime settimane.
Ma queste non erano tutte sorprese del giorno. I nostri bambini Sabaneta sono venuti al Tamarindo a piedi quando improvvisamente una donna ha fermato la sua auto per chiedere chi erano e dove stavano andando. Poche ore dopo, bussò alla nostra porta, caricata con 3 sacchi di scarpe nuove per bambini. Si scopre che il suo nome è Jessnia e possiede una fabbrica di scarpe qui a Granada. Mi disse: “Quando gli ho visto camminare, ho pensato che fossero bambini di famiglie povere, quindi mi sono fermata”.
Sono completamente sopraffatto! Un semplice GRAZIE mi sembra troppo poco, ma non mi rimane altro da fare. In questo senso, io mando il team di “Circlosión de Carcajadas” e Jessnia un gigantesco abbraccio e un bacio grande per questa giornata indimenticabile.
(Priska Buchmann Scherer)


Batterie ben caricate…

…tutto al completo e di buon umore, perché ancora fino al 5 febbraio ci godremo le vacanze scolastiche dei nostri protetti.
Grazie ai nostri fedeli donatori, siamo stati in grado di acquisire 12 computer, in modo che ora anche i nostri figli di Sabaneta possano trarre vantaggio dall’importante strumento educativo dell’informatica.
A partire dal febbraio 2018, 35 dei nostri 40 bambini del paradiso dei bambini Tamarindo andranno a frequentare la scuola obbligatoria. Pertanto, l’espansione dei mobili scolastici è stata una misura urgente, che finalmente potevamo realizzare. Inoltre era urgente l’espansione della nostra sala computer, che da due anni è stato rimandato, quale era un affollamento unico per insegnare. Ora la nostra sala di formazione informatica brilla con 16 posti anziché 10 degli anni passati.
Un’altra misura importante è stata lo spazio educativo dei nostri 12 bambini dell’asilo. Nel “vecchio cinema” abbiamo creato il loro spazio dipingendolo e decorandolo in base alle loro esigenze. Adesso anche loro in pace, possono dedicarsi ai loro giochi di apprendimento e fare i loro compitino che porteranno da scuola.
C’è ancora molto da fare, perché mancano ancora gli ultimi mobili e qualche disegno allegro sui muri, ecc. ecc. ecc. Come ogni anno, dobbiamo andare a Managua per comprare tonnellate di libri di testo, quaderni, materiale scolastico e giocattoli educativi per i nostri 60 bambini in età scolastico. Però come già detto: le batterie sono ben cariche, e grazie ai nostri donatori, abbiamo i fondi liquidi per acquistare il necessario. In più, possiamo contare sul sostegno dei nostri bambini più grandi, che ci aiutano ovunque possano. Così il nostro piccolo paradiso brilla gradualmente in un vestito completamente nuovo.
Spero che anche voi avete iniziato l’anno con abbastanza energia e ottimismo, che può bastare e essere conservato  fino a dicembre ;-).
E infine una piccola immagine con Stephany, Génesis, Javiera, Daysi e Anita – il nostro fedele visitatore di GUSANITOS Svizzera – dipingendo i nostri nuovi mobili scolastici.
Un mega abbraccio e cordiali saluti
(Priska Buchmann Scherer)

BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO!

Il tempo è volato via, dopo aver trascorso un sacco di tempo nel periodo che precede il Natale facendo bricolage e piccoli viaggi con i nostri bambini. L’ultimo giorno prima della grande vacanza annuale, per un’altra volta ci siamo goduti al massimo i nostri piccoli grandi amori, suonando, cantando e ballando con loro. Certo che non poteva mancare la leggendaria cena di Natale; pollo al forno con riso, insalata, limonata e torta. Alcuni bambini mangiavano così tanto che pensavamo che sarebbero esplosi nel vero senso della parola. Così l’uno o l’altro dei bambini ha conosciuto il limite del suo stomaco guardando il dessert con occhi di nostalgia di chi vorrebbe mangiare ancora, ma semplicemente non ci sta più. Quest’anno abbiamo salutato i nostri bambini con l’albero di Natale fatto da loro, che illuminerà il loro periodo natalizio. La maggior parte dei nostri piccoli protetti  ci ha lasciato con un occhio che ride e uno che piange; da un lato felice per il tempo trascorso con noi, dall’altro triste per le 2 settimane di vacanza, che trascorreranno senza di noi.
Ci ritiriamo come ogni anno per dedicarci alla grande pulizia delle nostre due case, per poi concederci il piacere di trascorrere due settimane di vacanza. L’otto di gennaio 2018, con batterie cariche ci dedicheremo di nuovo con corpo e anima ai nostri cari.
Vi auguriamo di cuore di passare il Natale con quelle persone per voi speciale. Grazie mille a tutti coloro che ci hanno supportato in un modo o nell’altro in modo da poter offrire ai nostri figli una seconda casa.
Con alcune ultime impressioni pre-natalizie vi auguriamo
BUON NATALE e FELICE ANNO NUOVO!
(Ingrid Maltez Mejía, Priska Buchmann Scherer e Squadra)


Sembra che il Natale stia arrivando

Ogni anno lo stesso e allo stesso tempo ogni anno diverso. Sono i nostri figli che fanno la differenza perché, con la loro immaginazione sconfinata e la loro fiducia infantile, credono ancora nelle fate e negli angeli. Sono loro che riempiono la nostra casa anno dopo anno con questa atmosfera prenatalizia che non può essere paragonato a nient’altro. E così facciamo la nostra parte in modo che la loro fede nel bene rimanga il più a lungo possibile.
Come ogni anno, realizziamo le nostre decorazioni natalizie con materiali riciclabili. Quest’anno usiamo rotoli di carta igienica e vecchi CD.
(Priska Buchmann Scherer)


Le mie sorelle Brigit e Anita…

…una volta in più hanno preparato diverse prelibatezze per i mercati di Natale in Svizzera. Vi inviamo un enorme GRAZIE dal Nicaragua con un bacio e un forte abbraccio per vostro infinito entusiasmo, con quale raccogliete anno per  anno soldi a favore di Los GUSANITOS Nicaragua.
(Priska Buchmann Scherer)