Nicaragua

…ma adesso che sei libera Nicaragüita, adesso ti amo ancora molto di più…
Carlos Mejía Godoy

La città Granada, é una delle più antiche città coloniali in America Centrale, negli ultimi anni è cresciuta enormemente, in materia di turismo. Tuttavia, il numero di famiglie che soffrono di grave disaggio non è diminuito, al contrario. Il divario tra ricchi e poveri è diventato più grande e molto più profondo. La crescita del turismo  ha aumentato drasticamente i prezzi dentro città e intorno la città. Un’altra conseguenza è che molte famiglie povere, sono state costrette ad abbandonare la città per andare nella periferia della città. Spesso queste aree non hanno nemmeno i servizi minimi di base che definiscono una vita dignitosa.

Questo ha come conseguenza che milioni di Nicaraguenser sono costretti di vivere in povertà in questa vita di cosiddetta ripresa economica. Alla ricerca di opportunità migliori per un lavoro più degno e condizioni di vita migliori tanti corrono il rischio di trasferirsi illegalmente in un paese nelle vicinanze.

La canzone “che tristezza il suono della pioggia” del cantante Marco Antonio Solis, descrive esattamente la vita quotidiana di milioni di persone in nelle regioni del America Centrale:

n

n
n
n
Che tristezza il suono della pioggia
sui tetti fatti di cartoné
che tristezza come vive il mio popolo
in case fatte di cartone
L’operaio si dirige verso la città
si sta quasi trascinando i piedi
dal peso della sofferenza
si vede che ha sofferto molto
è si sente proprio
quanto pesa la sua sofferenza
Su lascia sua moglie incinta
è sotto nella città
che si perde nel groviglio
oggi è lo stesso di ieri
si tratta di un mondo senza domani
Che tristezza il suono della pioggia
sui tetti fatti di cartoné
che tristezza come vive il mio popolo
in case fatte di cartone
Figli dello stesso
colore della mia terra
caratterizzati da tutte le loro ferite
sono i parassiti dei milionari
Per questo bambini tristi vivono
in case fatte di cartone
Che tristezza il suono della pioggia
sui tetti fatti di cartoné
che tristezza come vive il mio popolo
in case fatte di cartone
Tu non ci crederai
ma ci sono scuole
dove vengono addestrato i cani
dove i cani sono addestrati
in modo che non mordono il postino
ma il suo padrone, per anni anni,
per molti, molti anni
è lui quello che morde i suoi lavoratori
Che tristezza il suono della pioggia
sui tetti fatti di cartoné
che tristezza come vive il mio popolo
in case fatte di cartone
Marco Antonio Solís