Responsabilità e iniziativa propria

Mi chiamo Anna, sono stagista nel paradiso del bambini Los GUSANITOS a Granada. Innanzitutto, vorrei ricordare che ad una stagista viene richiesto un sacco di auto-iniziativa e creatività, questo però rende il lavoro con i bambini molto interessante. Per questa ragione ogni esperienza volontaria sarà diversa, poiché l’ambiente di lavoro dipende molto dalla propria iniziativa e dalle forze e tendenze della stagista.
Come per qualsiasi grande famiglia, per i più piccoli c’è sempre bisogno di una mano in più, così ho deciso di investire il mio tempo proprio con loro. Attualmente, il bambino più piccolo ha 9 mesi e si chiama Mathew. È incredibile vedere come si é sviluppato in poco tempo. All’inizio voleva sempre essere preso in braccio e se non lo si portava, pianse. Ora Mathew preferisce giocare con gli altri bambini e piange raramente. Il gruppo dei più piccoli trascorre il loro tempo principalmente con giochi, mangiare o dormire. Dopo pranzo, aiuto i bambini a spazzolarsi i denti e prepararli per il sonnellino.
Tre volte la settimana do lezioni d’inglese al Los GUSANITOS Sabaneta e al Los GUSANITOS Tamarindo. In un gruppo sono bambini dai 2 ai 3 anni, così piccoli e sinceramente, è una grande sfida giocare con loro in inglese. Con i più grandi bambini, quelli che hanno circa 5 anni, è molto più facile. Molti di questi bambini hanno la maturità e la comprensione per imparare veramente l’inglese. Abbiamo fatto molti disegni, imparato canzoni e giocato giochi per imparare parole e frasi.
Nel pomeriggio aiuto i bambini a fare i compiti. La maggior parte dei bambini della Sabaneta sono all’inizio, apprendendo lettere e numeri. Sono rimasta molto sorpresa di vedere bambini di 10 anni, che non conoscono le lettere, per non parlare di leggere. In considerazione del livello di istruzione delle scuole pubbliche, è quindi importante che i bambini ricevano lezioni supplementari da Los GUSANITOS.
Un altro motivo per cui Los GUSANITOS è importante è la sua funzione di luogo protetto. Qui i bambini possono trascorrere le loro giornate spensierate, c’è cibo, amici, adulti responsabili, educativo e le attività sociali così come l’istruzione. Non essere qui ha significato di un’alternativa molto diversa per alcuni bambini.
La mia prima impressione su Granada era che la povertà non è così estrema come immaginavo. Comunque, ora so che tipo di problemi si nascondono nelle zone povere di Granada. So che ci sono alcuni genitori che non sono interessati a inviare i loro figli a scuola. Che alcuni genitori non possono nutrire i loro figli e altri invece non si preoccupano se i loro figli hanno mangiato o no. Un paradiso per bambini come questo è importante per i bambini, in modo da poter imparare la stima e l’amore e quindi migliorare le loro prospettive future.
(Anna Buus Kristensen, Dänemark)